Noodles Journal

Solo il mio modo di vedere le cose

Orange is the new black – season 2

orange-is-the-new-black-season-2-review

Meno direttamente concentrata su Piper, la seconda stagione si allarga giustamente a un racconto più corale, offrendo maggiore minutaggio per scavare nel passato e soprattutto nelle psicologie dei personaggi, con l’introduzione di nuove detenute/storie e la definitiva consacrazione di altre nell’empireo del cast: Galina “Red” Reznikov resta un caposaldo della serie anche quando viene messa alle corde. Col racconto di una guerra interna più feroce di quelle viste l’anno scorso e il probabile scioglimento di alcuni nodi narrativi e personaggi ad essi collegati. E se da un lato ci è mancata Alex, è anche vero che questa pausa (più o meno) non ha portato altro che bene, anche perché il loro rapporto rischia sempre di impantanarsi in un tira e molla alla lunga ripetitivo. Detto questo, è comunque bellissimo che l’anno prossimo sia confermata la sua presenza e che la serie riaccolga Alex Vause, alias “5’9”, long black hair…secretary glasses”, secondo la definizione di Piper, cui potrebbe integrarsi quella altrettanto calzante di Nicki: “a lamb with great, sexy glasses and giant pillowy tits inside of my mouth”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: