Noodles Journal

Solo il mio modo di vedere le cose

Geologia di un padre (Valerio Magrelli, 2013)

Ci sono pagine bellissime, in questo libro, aneddoti toccanti, ma Magrelli è troppo innamorato della propria scrittura, del proprio sapere, per i miei gusti. Spesso complica inutilmente le cose ricorrendo a citazioni colte, a frasi eleganti e barocche, compiaciute e imbevute di altra letteratura. Ci sono pagine in cui il padre scompare, che stanno lì solo a sfoggiare l’erudizione (innegabile, per carità) del figlio.
Forse dipende dal fatto che Magrelli è principalmente un poeta, forse è troppo innamorato delle parole e della loro musicalità e del loro significato prismatico, ma per me la letteratura dev’essere concreta, non odorare di muffa da biblioteca.
Dello stesso argomento avevo apprezzato di più l’opera di Albinati, Vita e morte di un ingegnere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: