Noodles Journal

Solo il mio modo di vedere le cose

Dexter – 8×09 – Make Your Own Kind Of Music

Alla fine non possiamo volere troppo male alla Showtime e ai realizzatori di Dexter, non si può volere troppo male a gente che ti lascia una Yvonne Strahovski che se ne va in giro con quel vestito per mezzo episodio. Molti diranno ma tu guarda se il recensore deve mettersi a discutere di vestiti e di corpi femminili invece di affrontare la questione dal punto di vista critico. E qui vi volevo, perché questa prima frase non era che una sorta di specchietto per le allodole, avuta la vostra attenzione posso ora condurvi dove mi pare.

Lo so, il ragionamento non ha senso, ma abbiate un attimo pazienza. Riproviamo: saranno molti quelli che invece di porre la domanda di cui sopra, chiederanno se è davvero il caso di parlare di Hannah, quando il serial qui si intitola Dexter.  Ed ecco spiegato il motivo di quell’incipit lì (datemi fiducia, è così): e cioè, più passano gli episodi di questa ultima stagione più ho la sensazione che Dexter non sia per nulla il protagonista. È quasi sempre in scena, è coinvolto nella maggior parte delle storyline, è il vertice delle tre donne protagoniste della stagione (Debra, Hannah, Vogel) come di altre donne (Jamie, Cassie – per chi non lo ricordasse, è la vicina – e comunque: ho dovuto cercare il suo nome sul web per ricordarmelo), ma al tempo stesso non c’è. Se questa stagione durasse ancora un po’ gli toccherebbe correre in ogni scena col cartellino identificativo per sperare in una caratterizzazione personale e in una memorizzazione da parte dello spettatore. Quest’anno, alla fine del suo periplo narrativo, è coinvolto nel serial che porta il suo nome soprattutto per incidenza: la Vogel lo trascina nel suo problema col serial killer che è anche suo stalker, Hannah lo coinvolge nell’omicidio del marito e in pratica nella sua vita, Debra – in modo più psicologico – è il suo tormento, la spia continuamente lampeggiante dello sfascio che è diventata la sua vita e insieme l’elemento più schizofrenico della sua vita che oscilla tra gli opposti, mitici, atavici poli di Eros e Thanatos.

continua su Serialmente

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: