Noodles Journal

Solo il mio modo di vedere le cose

Damages (DirectTV, S04)

Il passaggio dalla FX alla DirectTV non ha solo diminuito il numero degli episodi (da 13 a 10), ma ha anche snaturato un po’ lo stile del serial. A rimetterci è stata soprattutto la costruzione di flashforward a incastro – che era praticamente il marchio genetico più importante di Damages – soprattutto perché relegato a un solo filo narrativo, mentre prima i frammenti di immagini legavano insieme le varie sottotrame in una ragnatela fitta e impenetrabile (o quasi).

Non che questo sia un problema a prescindere. Anzi. Quella costruzione con le spiegazioni centellinate era sì estremamente stimolante, ma alla lunga anche un po’ logora. Il problema di questa quarta stagione è stato l’aver riportato quello schema… in modo molto annacquato e con dei passaggi narrativi ingannevoli che non hanno più la chirurgica consapevolezza degli anni scorsi, ma solo il lieve sospetto di paraculaggine, confermato da un finale con troppo happy end for everybody.

Anche il rapporto tra Ellen e Patty sembra stantio, specie perché viene a mancare quella dialettica oppositiva che serpeggiava più o meno apertamente nelle scorse stagioni. O meglio, come per il flashforward, c’è ma è incolore, da l’impressione di una tassa obbligata più che di una vera necessità narrativa. La stessa presenza di Patty Hewes (impelagata tra l’altro in una questione-causa col figlio che è tutta fuffa di cui avremmo tranquillamente fatto a meno) è assai più diluita, se non in questione di minutaggio, certamente da un punto di vista di influenza e ingerenza narrativa.

Rimangono le ospitate illustri, i personaggi negativi tratteggiati con credibilità e umanità,  da sempre uno dei punti forti dell’opera di Zelman e dei Kessler. Questa volta sul banco degli imputati c’è un grande John Goodman*, imprenditore alla guida di un’agenzia di sicurezza paramilitare dalle connivenze oscure con CIA, governo e la guerra in Afghanistan. Certo, spesso si ha la sensazione che a fare il grosso del lavoro sia più l’eccellente interpretazione di Goodman che la scrittura e bisogna ammettere che ci sono dei passaggi a vuoto un po’ lenti, ma tutto sommato il serial regge ancora.

Il rischio è per il futuro: a partire dalla dinamica Patty/Ellen; il finale ci prova pure a rimarcare di nuovo lo scontro sotterraneo, ma la verità è che nell’evoluzione reciproca le due donne sono molto più vicine, pur nelle profonde differenze. Vero che a un certo punto i rapporti devono evolvere, ma questo rischia di minare alla base uno dei capisaldi su cui Damages è costruito e che ha fatto il suo successo.

Insomma per la prossima stagione le cose saranno dure. Ovviamente non si può tornare indietro ma neanche si può allisciare troppo il pelo alle controversie.

* che peraltro stiamo già ammirando – di nuovo in vesti comedy – nella terza stagione di Community.

Annunci

3 risposte a “Damages (DirectTV, S04)

  1. Alessandra 28 settembre 2011 alle 20:25

    Sono ferma al quarto episodio ed è stranissimo. Con le precedenti stagioni non riuscivo assolutamente ad aspettare. Significherù pur qualcosa…Di quelli nuovi non penso benissimo. Person of interest mi ha decisamente deluso, The playboy club è una copia slavata di Mad men, Terranova mi ha fatto cadere le braccia…Sul lato sit-com leggermente meglio. New girl e Death valley promossi a pieni voti. Up all night così così. 2 broke girls indecente…Free agents anche passabile volendo…

  2. noodles 28 settembre 2011 alle 23:17

    Mah a me neanche New girl fa impazzire. Up all night sarebbe pure carino, ma l’idea di fondo è vecchia e stravecchia.
    Su The playboy club un po’ ce l’aspettavamo (a breve darò un’occhiata a Pan Am, che pare sia meglio).

  3. Souffle 5 ottobre 2011 alle 8:32

    Hai centrato il punto principale di criticità della storia.
    Credo che di mezzo ci siano state le vicende produttive, molto è stato lasciato sulle spalle dei personaggi.
    Onestamente sarà difficile ripensare una quinta stagione.
    Ma, CSI Las Vegas lo segui ancora? Io sì.
    buona giornata!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: