Noodles Journal

Solo il mio modo di vedere le cose

Goodbye Lumet

Uno degli anfitrioni di quel momento magico del cinema americano che è da sempre il mio cinema. Innumerabili le ore con cui ho sognato, ho vissuto, ho attraversato le strade di New York coi suoi film. NY me la immagino ormai sempre attraverso l’otturatore delle sue inquadrature. Il trittico imprescindibile dei ’70 (Serpico – uno dei titoli della top assoluta di chi vi scrive, Quel pomeriggio di un giorno da cani, Quinto potere), l’esordio con La parola ai giurati, ancora La collina del disonore, uno dei film più crudi e crudeli sulla vita militare, Il verdetto… e su su fino a oggi, con quello splendido gioiello che è Before the devil knows you’re dead. Lumet non invecchiava. Come ogni grande riusciva a pungere e a dire originalmente la sua anche a ottant’anni passati.

Qui la mia recensione di Serpico per Loudvision, risalente a un po’ di tempo fa.

Grazie.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: