Noodles Journal

Solo il mio modo di vedere le cose

United States of Tara (Showtime, Stagione 01)


La sempre più massiccia presenza di Diablo Cody nella narrativa per immagini americana contemporanea inizia a preoccuparmi. United States of Tara ha quel difettuccio, che era anche di Juno, di presentare una famiglia ultra-aperta, una sorta di spottone dello stereotipo democratico che finisce per diventare involontariamente canzonatorio. La vita di questa famiglia con madre affetta da personalità multipla è raffigurata con qualche strizzatina d’occhio di troppo, tutti hanno i problemi ma tutti sono comunque fighi e vivono il “problema” non solo (e non tanto) con abitudine – che sarebbe umano – ma proprio con una nonchalance che è fa troppo Hollywood. Non ho mai conosciuto una persona come Tara, ma cavolo dubito che si possa far alternare le proprie personalità in modo così ad hoc! Più che una disfunzione psichiatrica pare siamo di fronte a una persona dallo spiccato senso teatrale.
Allora, direte, USoT fa schifo? Neanche per idea. Innanzittutto ha un cast spettacolare, capitanato dalla divina Toni Colette che – a quanto ricordo – non ha mai sbagliato un ruolo; e la sorella chi la interpreta, se non Rosemarie DeWitt che avevamo già apprezzato nell’ultimo film di Demme? Così è molto divertente il figlio adolescente nerd un po’ secchioncello e con dubbi riguardo ai propri gusti sessuali, e il marito John Corbett che – specie nel fisico, ma non solo – ricorda il prototipo del macho springsteeniano non stereotipato, capace di aperture sensibili e dotato di grande responsabilità.
Certo a farla da padrona resta la Colette coi suoi quattro (cinque?) personaggi che le vivono nel cervello. Ed è talmente brava lei a moltiplicarsi, a recitare in quattro modi diversi che si passa anche un po’ su al fatto che le personalità siano, in definitiva, più tipi che persone vere e proprie, un po’ troppo atteggiate, un po’ troppo segnate col lapis – che specie nel primo episodio mi fecero temere il peggio: sembrava una sfilata di gente, abbiamo questo e poi lei aaah e poi per la stagione invernale guardi c’è Buck… Ero capitato alla svendita delle identità, secondo Diablo Cody.

Annunci

8 risposte a “United States of Tara (Showtime, Stagione 01)

  1. balacobaco 19 aprile 2009 alle 9:57

    Serie che devo assolutamente recuperare. E in fretta […] anche per curare la mia totale dipendenza da Damages e la divina Glenn.

  2. testabislacca 19 aprile 2009 alle 11:18

    Non conosco il serial e la signora, ma in fatto di personalità multipla potrei dare punti a parecchi. 😉
    Buona domenica, Nood. Ti ho mai detto che odio le domeniche?

  3. NoodlesD 19 aprile 2009 alle 13:25

    consiglio, va visto, è caruccio insomma. Bala, Damages lo sto guardando in questi giorni. Fantastico! Glenn è perfetta in ruoli da bitch!

    testa, io preferisco i sabati.

  4. lattis 20 aprile 2009 alle 17:09

    Diablo Cody era perfino guest star nell’ultima puntata di 90210 (sì, lo ammetto, lo guardo)

  5. utente anonimo 20 aprile 2009 alle 20:23

    Gli appunti in apertura sono condivisibilissimi, ma io in fondo ho un debole per queste cose, quindi chiudo un occhio. Mi ero fermato dopo un pilot non del tutto riuscito, ma l’ho ripreso pochi giorni fa e l’ho finito in una notte. Posso tranquillamente dichiararmi “addicted” :))

  6. utente anonimo 20 aprile 2009 alle 20:25

    Ah, ero io, Iggy sloggato e senza tempo a disposizione! Un saluto 🙂

  7. latendarossa 21 aprile 2009 alle 15:11

    Questo ruolo qui, per come lo descrivi, mi sembra una roba alla Peter Sellers, lui amava scomporsi e moltiplicarsi nei personaggi (con facce, voci, gestualità differenti).

  8. NoodlesD 21 aprile 2009 alle 15:15

    Davis, arriverà! Sto ancora guardando… son quasi alla fine della prima stagione. Spettacolo cmq!

    lattis, sì? quello non lo seguo…

    Iggy, ma indubbiamente si fa seguire eh. Non annoia; è quel retrogusto fighetto democratico che non mi aggrada molto.

    tenda, sì Sellers amava moltiplicarsi, specie quando doveva interpretare personaggi assai caricaturali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: