Noodles Journal

Solo il mio modo di vedere le cose

Funambola (Patrizia Laquidara, 2007)

L’ho scoperta grazie a una sua tumblerata un mesetto e passa fa e da allora sono entrato in una fase di dipendenza totale. Grave ingiustizia che Patrizia Laquidara non abbia il lustro che le spetti. Ho letto che ha partecipato anche a Sanremo, anni fa.
Funambola è un disco che non ti stanchi mai di ascoltare, passo in avanti dell’album Indirizzo portoghese che già dal titolo sottolinea bene le ascendenze musicali della Laquidara (e del produttore sudamericano): un mood irresisitibile fatto di colte citazioni che vanno dalla bossa nova al tango, dalla musica brasiliana al pop. Tutte influenze molto gradite a chi vi scrive.
C’è ad esempio il singolo, Ziza, che è di una meraviglia indescrivibile, di quelle canzoni che fanno sembrare la vita un passo di danza lieve ed elegante, o Personaggio dal ritmo irresistibile e dal testo autoironico. Ultimamente però ha preso campo la lenta e struggente (dal bellissimo testo) Va dove il mondo va. La voce dalla Laquidara sfiora le note, si stende sulla melodia come un soffio dolce, tranquillo ma intenso. Splendido splendido.

Tracklist

  1. Pioggia senza zucchero
  2. Se qualcuno
  3. Senza pelle
  4. Nuove confusioni
  5. L’equilibrio è un miracolo
  6. Le cose
  7. Addosso
  8. Ziza
  9. Chiaro e gelido mattino
  10. Oppure no
  11. Va dove il mondo va
  12. Personaggio
  13. Noite luar
Annunci

8 risposte a “Funambola (Patrizia Laquidara, 2007)

  1. utente anonimo 31 marzo 2009 alle 15:00

    La conosco per motivi familiari, e la seguo da Indirizzo portoghese, che è stato un colpo di fulmine…!
    “..mi hai seminata di baci..”
    Ha una bella gavetta alle spalle.
    Deliziosa.
    Franca

  2. latendarossa 31 marzo 2009 alle 15:32

    A questo post non posso reagire in maniera diversa da quella nella quale reagirebbe Homer: mitico!
    M’è venuta voglia di inserire il ciddì di “Indirizzo portoghese” nel lettore… 🙂
    E questo album è tra i prossimi acquisti!

  3. utente anonimo 1 aprile 2009 alle 1:32

    sono stata per tutto l’inverno scorso senza pelle.
    sì. mi piace.
    pw

  4. steutd 1 aprile 2009 alle 13:25

    mi sono permesso di invitarti ad un giochino sul mio blog… Spero tu possa partecipare

  5. testabislacca 2 aprile 2009 alle 2:04

    La vidi per la prima volta a Sanremo.
    Vero: è molto brava.
    Notte, Noodles.

  6. NoodlesD 2 aprile 2009 alle 2:42

    Franca, in che senso motivi familiari? La gavetta è importante, in effetti, fosse anche solo per non farti prendere troppo superficialmente le cose.

    tenda, io devo concentrarmi un po’ su Indirizzo portoghese. L’ho ascoltato poco.

    pw, bellissima senza pelle.

    steutd, ci darò un’occhiata 😉

    testa, io proprio non me la ricordo a sanremo. forse quell’anno non lo seguii. notte.

  7. balacobaco 19 aprile 2009 alle 9:55

    Due album, due perle. L’ho scoperta con Indirizzo Portoghese e l’ho vista quello stesso anno a Vicenza.
    Adoro “Mielato” e “Oppure no”. Proprio non posso farne a meno.

  8. NoodlesD 19 aprile 2009 alle 13:24

    Bellissia Oppure no! Ha quell’andamento divertente che è anche di Personaggio. Condivido: non se ne può fare a meno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: