Noodles Journal

Solo il mio modo di vedere le cose

Succedono strani cose in Italia. Le notizie si riproducono per partenogenesi. I tg nelle ultime settimane non fanno che citare episodi di violenza sessuale sulle donne o sui minori. Facendo ben attenzione, ovviamente, a rimandare diecimila volte quella degli stupratori stranieri, relegando a una giornata la vita di quella del pedofilo stupratore italiano ai danni di un bambino rumeno. E certo. Poi ditemi come si fa a credere nel sistema d’informazione. Non vorrei fare il Mulder della situazione, però certo… il dubbio sorge.
Come quando qualche anno fa l’antrace imperava, quando sembrava che ci fosse un terrorista islamico a ogni angolo. Poi, improvvisamente, sono spariti. Così? Cioè Al Qaeda s’è dissolta in una nuvola di fumo? Non ci sono più terroristi? Ovviamente no.
Beppe Grillo venne qualche anno fa all’Università di Napoli. Disse una cosa interessante. Il problema dell’informazione oggi non è la censura, ma l’eccesso di informazione. Abbiamo tante di quelle notizie che ci sommergono quotidianamente che molte altre semplicemente ci sfuggono nel pandemonio, nella pioggia torrenziale dei TG. I TG me li immagino ormai come la bocca fumante di un  M16. Il guaio è che è puntato su di noi; una carneficina mediatica.
Mulder direbbe che la verità è là fuori. In Tv e sui giornali è seppellita da uno strato fitto di notizie vere che però ne oscurano altre. E come un prodotto ormai l’informazione va a cicli, a stagioni. Ci sono i saldi, i cambi stagionali. Oggi va di moda lo stupro, e magari tra qualche giorno uscirà una legge apposita. Domani che so ce la prendiamo con gli stranieri. Ieri invece era in voga Englaro, e il suo sfruttamento mediatico/legislativo l’abbiamo visto vergognosamente in atto. Povera Italietta.

Annunci

4 risposte a “

  1. utente anonimo 4 marzo 2009 alle 21:52

    Ciao e buona serata da Maria

  2. latendarossa 4 marzo 2009 alle 22:13

    Post condivisibilissimo, ivi comprese le conclusioni. Sono d’accordo con Grillo: essere informati non significa venir bombardati da informazioni. Stupri, omicidi ecc. accadevano anche 10 anni fa e più, ma un tempo io ricordo che queste notizie erano rubricate sotto l’etichetta di “cronaca nera”. Non mi piace questa morbosità sistematicamente diffusa.

  3. testabislacca 5 marzo 2009 alle 19:13

    Ecco perchè io mi informo in rete. 🙂
    Scusa, Mulder sarebbe l’amico di Scully?
    🙂

  4. utente anonimo 6 marzo 2009 alle 17:53

    Bene ..testabislacca..approfitta! Che con l’emendamento del sen. D’Alia appena approvato dal (DIS)Senato..forse ci oscureranno anche questi innocui commentucci..
    Franca
    http://fahrenheit960.blogspot.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: