Noodles Journal

Solo il mio modo di vedere le cose

Un post di dichiarata banalità, in linea con la nostra cara programmazione televisiva

Ho buttato un occhio a questo programma che mia mamma stavo guardando, questo Il ballo delle debuttanti, e ho avuto modo di constatare per l’ennesima volta quanto stia sbracando la nostra tv. So che tutti ne parlano, e a dire il vero quando si eccede a me da pure fastidio: non mi piacciono i generalismi, e soprattutto non sopporto quell’aria snob per cui denigrare la tv è comandamento. Però, davvero, la nostra tv ti rende difficile schierarti all’opposizione di quegli atteggiamenti.
Questo Ballo è innanzittutto la prova dell’incestuosa creatività del tubo catodico, della sua deviata partenogenesi. Si è talmente spezzettata che ormai caga solo noccioline caprine. Qui c’era la Dalla Chiesa che riesumava né più né meno il ballo della Carlucci, con le sconosciute al posto dei vip, seguendo però la nefasta direttrice indicata da quella che è la teorica della new tv delle liti, alias Maria De Filippi. Il ballo non è che un pretesto per dar modo alle concorrenti di darsi addosso tra loro, o di scannarsi con quelli della “giuria” (qualche competente di ballo, poi altra gente non-identificata, come sempre… poi dicono che noi giovani* dobbiamo imparare qualcosa, impegnarci… ma a che pro? vado in tv e sparo due cazzate pur’io, e magari supportate pure da qualche argomento niente male).
E le critiche vertevano su tutto tranne che sul ballo. Iniziava questo teatrino di commenti alle esibizioni, con accuse – si leggeva tra le righe – del calibro di sei una zoccola al che l’altra rispondeva che semmai la considerava tale perché la giudice non aveva mai incontrato personalmente la propria madre. Oppure ci si scannava su tutt’altro argomento non hai personalità, non puoi ballare il samba perché non sei brasiliana, mo ti faccio vedere io come ballo il samba, no tu sei volgare, volgare ci sarai tu, brutta troia succhiacazzi…
Poi dicono che alcuni film in tv non ci arrivano o ci arrivano alle 0.00 perché sono scandalosi per i bambini.
Un po’ come le miss Italia. A parte che tra tutte le cento non ce n’era una più gnocca di una qualsiasi delle mie amiche. E poi queste interviste che dovrebbero mostrare l’interiorità, perché Miss Italia vuole aggiornarsi, non più pezzi di carne in movimento. NO! Perché è antifemminista! Relega le donne a mero oggetto sessuale-estetico. Ma poi quando ste sciagurate aprono la bocca e dicono tutte la stessa cosa (vorrei fare cinema, ah no, non ho studiato, e quale film è il tuo preferito? Pearl Harbor, American Pie, Shrek, Kate e Leopold… a bella, hanno fatto anche qualche film prima del 2000 eh?) insomma quando senti le loro opinioni, ti ricordi di Totò che in Miseria e nobiltà diceva al Cavaliere: Lo vedi che era meglio se stavi zitto?
Ecco, la televisione italiana sarebbe meglio che restasse zitta, salvando la pace di qualcuno, tra cui, non mi stanco mai di riperterlo, la premiata ditta Angela, Father & Son.

*mi sa che dovrei smettarla di considerarmi proprio giovane-giovane… uhm.

Annunci

5 risposte a “Un post di dichiarata banalità, in linea con la nostra cara programmazione televisiva

  1. gahan 15 settembre 2008 alle 9:37

    Pensavo a un certo punto sarebbe balzato fuori Santi Licheri.

    Il problema della nostra tv, anche in quest’ambito di programmi nei quali comunque la spazzatura non può non entrare, è l’assoluta improvvisazione. Nei paesi civili, nei quali la prima serata comincia in orario e in orari CIVILI, e le trasmissioni hanno durate CIVILI (un’ora, un’ora e mezza), si ha una ferrea scaletta e ferrei tempi cui tutti devono attenersi; in Italia (e la gang di autori della De Filippi è in primissima fila) lasciano che ognuno faccia quello che gli pare, peggiorando il livello di discussioni già di per sé altamente vacue. Così, da noi, ci si scanna volgarmente in tutta allegria.

  2. Allitterata 15 settembre 2008 alle 17:37

    Off topic: da che film è trato il fotogramma dell’header del template? 🙂

  3. NoodlesD 15 settembre 2008 alle 21:55

    gahan, esatto. unimprovvisazione di marca bassa per spremere fno in fondo le possibilita becere del casino e della rissa. volgare davvero.

    allitterata, fotogramma da Six feet under, ultima puntata.

  4. MainMan81 20 settembre 2008 alle 13:21

    “Accendere la tv è un tentativo di suicidio senza che si abbia il coraggio di farlo davvero..”

    Interessante.. oggi ho letto questa frase da qualche parte e trovo il tuo post assolutamente calzante 😉

  5. mirasol86 24 settembre 2008 alle 14:02

    e pensa che adesso è riiniziato anche uomini e donne…che bello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: