Noodles Journal

Solo il mio modo di vedere le cose

Anywhere I lay my head, Scarlett Johansson

E dire che l’aspettavo con ansia questo cd, dopo aver ascoltato quella fantastica versione della signorina di Summertime. Mi aspettavo qualcosa di completamente diverso; ho l’impressione che l’intera impresa sia stata vanificata da una produzione sconsiderata che ha affogato la splendida voce roca di Scarlett in arrangiamenti paludati, tirati giù con una monotonia totale, per cui ogni canzone somiglia all’altra in un processo che dopo un po’ di ascolti stanca. E soprattutto ha la grave colpa di privare la nostra Scarlettina di tutto il suo fascino vocale, disperso in un tripudio di suoni che diventano alla lunga un miasma sonoro indistinto. Non basta la bella e peregrina idea di rifare un po’ di canzoni (anche più sconosciute) del licantropo; non solo non regge il confronto (né questo forse si poteva umanamente chiedere), ma resta del tutto insapore. Peccato.

Annunci

11 risposte a “Anywhere I lay my head, Scarlett Johansson

  1. Salud 6 giugno 2008 alle 13:10

    Beh in linea di massima concordo con te. Arrangiamenti sbagliati e monotoni….però “Falling Down” e “Fannin street” le salvo. Quelle mi piacciono proprio.
    Ciao

  2. latendarossa 6 giugno 2008 alle 22:07

    Del resto, Scarlett è perfetta già così com’è. Che bisogno c’era di fare un ciddì.

  3. amosgitai 6 giugno 2008 alle 22:37

    Caspita… questa non la sapevo… lo scar… ehm, lo compro immediatamente!!!

  4. Alicesue 8 giugno 2008 alle 14:46

    Non sapevo che cantasse, pure.
    Sa proprio fare tutto, questa ragazza. Forse è una dea.

  5. utente anonimo 8 giugno 2008 alle 18:57

    scusate l’intrusione, ma dateci un’occhiata: la storia del cineblogging da gokachu a kotionkin.

    il blogtrailer: http://video.google.it/videoplay?docid=-6079878233623769418&hl=it

    il blog: http://kotionkinz.blogspot.com

    the cineblogger disconnection.

    grazie, a presto

    shiva

  6. MissVengeance 9 giugno 2008 alle 11:59

    devo dire di non aver ascoltato l’album con molta attenzione, ma fin qui ho provato quasi sentimenti opposti ai tuoi. tremendo il vocione atono della bella Scarletta, bello il background musicale che fa molto primi anni 90, Slowdive e tutto il resto, ma fuori tempo massimo e fuori contesto. Il risultato è comunque un giudizio tiepido, ma non lontano dalle aspettative

  7. souffle 9 giugno 2008 alle 14:03

    diciamo che canta un po’ come recita. ^^
    un saluto

  8. NoodlesD 9 giugno 2008 alle 17:42

    Miss, a me qui non piace neanche la sua voce ma proprio perché è seppellita da una partitura barocca (che neanche m’è garbata).

    souffle, ma quanto siamo cattivi… 😦

  9. Iggy 10 giugno 2008 alle 9:20

    Io invece ho perso la testa! ^^
    Ammetto che l’approccio non è stato dei più facili, ma poi mi è entrato dentro come un virus ed è proprio il suo cantato ad avermi rapito. Sono cresciuto ascoltando Nico e un pò me la ricorda…

    Souffle farò finta di non avere letto! 😛

  10. NoodlesD 12 giugno 2008 alle 13:42

    Iggy, ti invidio, a me spiace proprio che non mi sia piaciuto tanto il cd…

  11. utente anonimo 24 giugno 2008 alle 14:22

    A me è piaciuto tanto.
    Hai visto quando canta dal vivo? Qui i video
    http://www.myspace.com/scarlettalbum
    Adele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: