Noodles Journal

Solo il mio modo di vedere le cose

Per qualche motivo ho sempre provato una forma di minimo imbarazzo quando sono seduto sulla poltroncina del barbiere. Forse imbarazzo non è la parola giusta, è eccessiva: è più una questione di noia a starsene lì fermo, attento a non muoverti che se no rischi di farti tagliare (credo derivi dalla mia connaturata iperattività nervosa, che in genere si attua “sul posto”). Per questo, quindi, mi piace avere il barbiere di fiducia: si va lì, si chiacchiera, come si va come vanno gli affari, il lavoro l’hai trovato? eeeh si è sempre più difficile… Poi c’è il ragazzo-apprendista che è simpatico assai. Senza contare che sia lui che il principale sono dei veri artisti del taglio (e ce ne vogliono per dare una forma accettabile a questi quattro fili spettinati e sottili che mi ritrovo in testa).
Si rispolvera un po’ quell’idea del barbiere come luogo d’incontro e di chiacchiere, tipico di una certa cultura paesana (e antica). Un po’ come lo stereotipo che vuole che le donne vanno dal parrucchiere anche per inciuciare: in senso buono di discorrere del più e del meno, una pratica che addirittura risale ai greci, ecco noi nel negozio “da Lello” siamo gli emuli che so di un Socrate o di un Platone…*

*sì, mo ho esagerato un poco.

Annunci

8 risposte a “

  1. PostIda 14 novembre 2007 alle 13:31

    Non credo tu abbia esagerato, hai invece dato un ottimo spunto per una sana riflessione: i rapporti interpersonali, nella frenetica vita d’oggi.Un bel quadro, in questo tran tran….e di nostalgia ci s’emoziona, sai?
    Buona giornata.

  2. MissBlum 14 novembre 2007 alle 18:26

    Io ne avevo parlato, delle parrucchiere, tempo fa. Ma con accento opposto al tuo. Io non amo per niente andare in luoghi dove il gossip regna sovrano e per due ore sento parlare degli affari altrui…

  3. NoodlesD 14 novembre 2007 alle 19:19

    PostIda, no l’esagerazione era per il paragone ai socratici… :p

    miss, ma quello semmai è il dato negativo e… femminile (scusss ahahah). Noi uomini non ci abbandoniamo all’inciucio, ma alla chiacchiera, al commento dei fatti (calcio, cronaca, vita privata…). Una chiacchierata fra amici ^^

  4. latendarossa 14 novembre 2007 alle 23:15

    Concordo con l’idea del barbiere come ‘luogo di ritrovo’. Anche io provo un pò di imbarazzo – forse dipende che siamo costretti più del solito a contemplare la nostra immagine allo specchio. Il mio, poi, è particolare, ha la tivu in negozio, mette i dvd dei live dei Rolling Stones o mi racconta di quanto gli sta facendo bene la piscina, è un terno al lotto non so mai se me li taglierà male o malissimo 🙂

  5. souffle 15 novembre 2007 alle 8:49

    Io non amavo molto il barbiere, specie quello anziano da cui mi portava mio padre, ma da piccolo non ti potevi ribellare.
    Da grandicello ho scelto giovani armati di macchinetta.
    Ma la cosa che amo di più è lo shampoo.
    Le mani che accarezzano i capelli, l’acqua alla giusta temperatura, lo shampoo che scende, freddo, sulla cute, poi il getto di acqua calda, il massaggio.
    Una delle sensazioni più belle.
    Poi se chi ti taglia i capelli è carino, ti ritrovi in un mondo fatto di tattili sensazioni, profumi e rumori sottili, dita che ti sfiorano i capelli, mani che ti girano la testa (“ecco ora stai fermo così”, l’obbedienza all’ordine perentorio)
    E poi c’è l’attesa, lo sfogliare pigro il giornale fatto tutto di foto, l’osservazione attenta delle giovani (e meno giovani) donne che vengono per il “colore”.
    Il parrucchiere è un microcosmo di umanità che mi rivela sempre qualcosa in più del mondo.
    Un abbraccio a noodles. 🙂

  6. mafaldablue 15 novembre 2007 alle 9:57

    io odio andare dal parrucchiere. Se potessi smontarmi la testa e mandarcela al posto mio lo farei volentieri. Però tanto ho girato finché ne ho trovato uno che fa al caso mio: praticamene muto. Cioè non è che non abbia tentato di attaccare discorso ma poi si è giustamente arreso subito laddove gli altri insistevano troppo con la chiacchiera e il pettegolezzo. Io credo proprio che nel parrucchiere ci sia lìidea che le donne vanno lì anche per chiacchierare, sfogarsi e farsi illuminare dai loro consiglii di vita. Ci sono quelle che lo fanno, indubbiamente. Ma ci sono pure quele che si portano dietro un voluminoso mattone di seicento pagine e volgiono essere lasciate in pace.

  7. Cinedelia 15 novembre 2007 alle 13:04

    Per quanto mi riguarda, il parrucchiere con la “P” maiuscola si riconosce dalle riviste che ha nel locale…se è presente qualche numero (rigorosamente vecchio di qualche settimana) di quel piccolo capolavoro editoriale, che fonde gossip e leggende metropolitane, conosciuto come “Cronaca Vera”, puoi andare tranquillo…
    Se non l’hai mai fatto controlla…^^
    Ciao

  8. NoodlesD 15 novembre 2007 alle 13:24

    Tenda, l’idea dello specchio mi sa che è azzeccatissima. Anche il mio barbiere ha una tv molto fashion, attaccata al soffitto che manda video musicali.

    souffle, microcosmo è una bella parola, azzeccattissima. Lo shampoo è rilassante, è vero, insieme al massaggio delle dita sulla testa, però devo dire che a volte a me è indigesto: sarà che lo shampoo a casa lo faccio sempre insieme alla doccia. Se sono vestito e ho i capelli bagnati mi vengono le pulci ^^

    @maf, però col mattone voluminoso mi fai la parta della snob intellettuale! 😀 L’inciucio è davvero esecrabile. A me invece piace proprio la conversazione tranquilla, come tra amici, solo che l’amico mentre parla ti taglia pure i capelli.

    @cinedelia, no il mio tiene più che altro o la Repubblica del giorno (che mi fa piacere sfogliare) insieme a Il mattino e anche Corriere dellos port o Gazzetta, e poi ha una serie di riviste glamour… però non ricordo quali. Ha anche dei numeri di Famiglia cristiana. e ce l’aveva anche un mio vecchio barbiere… e non so perché sia così gettonata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: