Noodles Journal

Solo il mio modo di vedere le cose

Caccia al ladro, Alfred Hitchcock

Apparentemente poco hitchcockiano per essere assai povero di suspense, più disteso e “vacanziero”, in realtà conserva tutti gli elementi tipici del cinema di sir Alfred: il più evidente è il classico wrong man accusato e ricercato per un delitto non commesso, ma è soprattutto l’intera trama e intreccio del film a farne un tipico film del suo autore. La caccia al ladro (vero) del titolo non è che il grande mcguffin del film, in realtà interessato alle scaramucce amorose tra una fascinosissima Grace Kelly e un elegante e (auto)ironico Cary Grant. To catch a thief, come altri capolavori di Hitch, è una screwball comedy travestita da giallo, che però in questo caso accentua più decisamente la sua anima scanzonata, grazie anche ai dialoghi brillanti e divertentissimi di John Michael Hayes, non per niente grande autore di commedie hollywoodiane (nonché autore di alcuni dei dialoghi migliori di Hitch: Rear window e il geniale The trouble with Harry, il suo film più comicamente british). In fondo il titolo stesso si riferisce con doppio senso alle baruffe amorose tra i due protagonisti: il ladro da acchiappare è un marito per Grace Kelly, ruolo cui Cary Grante cerca (inutilmente) di sfuggire. Ed è in questo gioco al “gatto” col topo che Hitch beffa di continuo la censura dei Fifties, aggirandola con una serie di espedienti geniali e lanciando continui arditissimi doppi sensi a carattere sessuale (basterebbe la scena del bacio prolungato tra Grace e Cary mostrato furbamente in montaggio alternato ai… fuochi d’artificio che si vedono fuori dalla finestra, che però non fanno che alludere con ancor più malizia a ciò che avviene dentro), assegnando la parte attiva del gioco alla donna e lasciando intendere chiaramente la natura anche sessuale del loro rapporto. E nel finale il gusto pruriginoso e la verve ironica trova quella chiosa meravigliosa, con la battuta della Kelly a chiudere il film – come altre volte in Hitchcock – con una divertentissima doccia fredda.

Annunci

5 risposte a “Caccia al ladro, Alfred Hitchcock

  1. MrDAVIS 20 settembre 2007 alle 21:29

    Un Hitch glamour:-)
    La sequenza della festa finale è molto bella(lei divina in quell’abito oro!) e tutto il film è ben oliato!Cary e Grace bellissima coppia poi!

  2. souffle 21 settembre 2007 alle 13:16

    eh… Noodles mi dai certe botte di nostalgia… ^^
    Dici bene sulle allusioni sessuali.
    Me ne viene in mente un’altra in Vertigo.
    Dopo che James Stewart ripesca dal fiume Kim Novak, la vediamo a letto nella camera di lui senza vestiti.
    Evidentemente lui la ha spogliata prima di metterla sotto le coperte.
    Per non parlare della scena della vestizione nel bagno, quando la mora Judy ridiventa la bionda che si era “uccisa”. Una vera scena di sesso con orgasmo ma con i vestiti addosso.
    Un saluto. 🙂

  3. mafaldablue 21 settembre 2007 alle 15:36

    che bello quel film! E che bella la foto che hai messo nell’intestazione del blog, Nood!! Lo splendido match point con tutta quell’energia sensuale che scorre tra i due protagonisti!

  4. NoodlesD 21 settembre 2007 alle 16:24

    Mrdavis, Glamour è la parola più adatta 😉

    @souffle, ottima citazione. Lì tra l’altro il dato pruriginoso è associato addirittura alla necrofilia (Hitch sottolineava più volte che la sua idea era che Scottie voleva far l’amore col cadavere di Madeleine).

    @maf, io adoro Match point! La foto l’ho scelta io ma l’organizzazione immagine/scritta è, come al solito, opera della mia geniale sorè.

  5. Pingback:Boris – Il film (Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre, Luca Vendruscolo, 2011) | Noodles Journal

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: