Noodles Journal

Solo il mio modo di vedere le cose

Trilogia della città di K., Agota Kristof

Mi ritrovo a ringraziare di nuovo la mia socia per i suoi consigli di letture, che ormai danno frutti dorati a ogni giro. Trilogia della città di K. è composto da tre romanzi brevi legati nella trama (sommariamente consequenziale) ma soprattutto dai giochi di rifrazioni che i tre racconti intessono fra loro, un ballo continuo tra le pieghe delle pagine, tra false piste, vite inventate e personaggi (forse) inesistenti. Potrei parlare di “narratore inattendibile” (pratica letteraria che mi ha sempre affascinato) ma non renderebbe a pieno l’idea. Da l’idea di una realtà su cui ogni racconto fa sempre più luce, “liberandola” a ogni passaggio dei luccichii della fiaba della prima parte (che resta comunque nerissima) per giungere a una grigia realtà che ribalta pagina dopo pagina il senso di ciò che abbiamo letto. La Kristof non si ferma al semplice gioco lambiccato, ma commuove e sorprende, a volte con dei veri pugni allo stomaco di fronte ad alcune rivelazioni, grazie a «una prosa di perfetta, innaturale secchezza, una prosa che ha l’andatura di una marionetta omicida»*. Di più non si può dire, perché svelando i “trucchi” non si gode più della magia.

*Giorgio Manganelli

Annunci

7 risposte a “Trilogia della città di K., Agota Kristof

  1. danysil 28 agosto 2007 alle 10:43

    ciao Nud, un saluto appena rientrata in uff!! :(( ma sei a venezia x caso questo week end? io vado!:)

  2. utente anonimo 28 agosto 2007 alle 11:31

    Uno dei miei libri preferiti…e uno dei più forti pugni allo stomaco mai ricevuti. E non solo per il senso di fregatura che appare immancabile iniziando il secondo e ancor di più il terzo libro.
    Poi lei ha una capacità narrativa fantastica (basta pensare allo stile del primo libro).

    MissBlum

  3. NoodlesD 28 agosto 2007 alle 13:59

    sei a venezia dany?? io sarò lì tra il 5 e il 7. se sei ancora in zona fammi un fischio :p

    @miss, è vero il primo libro resta quello più affascinante, ma gli altri sono necessari proprio a destrutturarlo. E sta lì il pugno allo stomaco.

  4. UnoDiPassaggio 28 agosto 2007 alle 20:58

    Forse ho finalmente trovato chi può convincermi a leggere la Kristof.

  5. SumireNoHasu 31 agosto 2007 alle 20:09

    Oh, come sono contenta che ti sia piaciuto..
    Adesso tocca a te consigliarmene uno, mi raccomando!
    Baci :*

  6. NoodlesD 1 settembre 2007 alle 16:15

    appena trovo un libro degno e che penso possa piacerti te lo consiglio sisi ^^

  7. Bellailee 6 settembre 2007 alle 18:43

    Meraviglioso libro, come tutti quella di Agota Kristof! Da un suo libro hanno anche tratto il film “Brucio nel vento”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: