Noodles Journal

Solo il mio modo di vedere le cose

Daniele Silvestri, Il latitante

L’andamento è quello consono, che alterna impegno e intimismo, ballabilità e osservazione sociale. Meno compatto o volutamente più eterogeneo di Unò duè, conferma l’idea di un cantautorato che imbastisce il “serio” dentro le maglie dello scherzo e del consueto gioco di rime. Sanamente autoironico, Silvestri coi suoi ritmi sudamericani e le influenze rock-jazz è un antitodo contro quella pletora di canzoni da “primomaggio”, “impegnate” nel testo ma dimentiche della melodia.
Un album di transizione, con 13 brani non tutti alla stessa altezza, ma anche così ci convince parecchio.

e quello che era scritto a penna
è già da cancellare
è come l’amore
va di tasca in tasca come l’accendino vuole
ti ritorna quando non hai niente da appiccicare
se escludiamo quel poco che rimane
ancora ancora ancora

Annunci

Una risposta a “Daniele Silvestri, Il latitante

  1. tonylatino 21 aprile 2007 alle 14:22

    insieme a Le Band si sciolgono di carboni, il latitante è uno dei migliori dischi italiani usciti ultimamente….ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: