Noodles Journal

Solo il mio modo di vedere le cose

Storia di Marie e Julien (Histoire de Marie et Julien, Jacques Rivette, 2004)

Ambiziosissima, metamorfica storia d’amour fou, che scivola da un inizio giallo in un limbo lento e claustrofobico per raccontare una passione in cui nella seconda metà un geniale coup de théâtre insinua un mistero soprannaturale. Alla maniera francese, ovviamente. Tagliata di netto ogni facile spiegazione, il film chiede allo spettatore di rincorrerne le pieghe della narrazione per scoprire fotogramma dopo fotogramma le relazioni tra i protagonisti, rischiando a volte qualche lentezza “d’autore”, ma sorretto dalle magnifiche interpretazioni di Radziwilowicz e della Béart (sensuale, distante, intensissima). Finale sospeso e misterioso, che trasforma il film in una parabola “gotico-pagana” di eterno ritorno, sulla forza salvifica dell’amore.
Vorrei essere un lillipuziano per vagare sul corpo di Emmanuelle e tracciarne una mappa fedelissima in ogni millimetro da consegnare al mondo a sempiterna lode.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: