Noodles Journal

Solo il mio modo di vedere le cose

Alpha dog (Nick Cassavetes, 2003)

Compari ve lo devo proprio dire, e dovete credermi quantèvvero che sono un vostro fidato, uno dei vostri che ci crede e ci sta dentro, ma cazzo sembra strano pure a me ma quel figlio di puttana di giàstin timberleic del cazzo è proprio bravo in questo film. Sì, cazzo, ci da dentro con la droga e pure con le gnugne ed è convincente pure nel suo dilemma morale. Questo è un film con dei giovani che fanno i gangster, che hanno i tatuaggi come i gangster e parlano come i gangster e scopano come i gangster e ascoltano un sacco di musica arrenbi che fa molto niggas che fa molto film di spaccia. E manco a dirlo i ragazzini e i giovin attori non attori (tipo giastin) so pure i più bravi, perché detto fra noi scèro e brus uillis sono poco più di tappezzeria nel film, anche se sono bravi eh, e non mi venite a dire che li difendo e difendo scèro perché so innamorato perché porca troia vengo lì col mio signor nove millimetri e vi faccio il culo stanotte stessa! E a dimostrazione che non vi racconto balle, che ci vedo chiaro nella faccenda, miei cari stronzissimi lettori, che già vi vedo col sopracciglio incarcato che fate spallucce di fronte al film-verità del figlio scemo di cassavetes e gina roulands, per convincermi miei beneamati compagni di gang vi dico che con la regia del signor casso mi ci pulisco là dove sapete, perché quel finto verità, con quelle didascalie a profusione sembrava un film per non udenti, quegli split screen sono osceni e soprattutto – dico soprattutto – quel finale con una scèro resa finto-manza con una tuta di lattice che si vedeva pure lo scoccch” si vedeva che nun se poteva guardà (ma soprattutto nun se poteva sentì quel monologo strappalacrime e stracciapalle e non si puteva sentì anche perché nun se poteva guardà), e senza contare che per il solo fatto di aver fatto ciò a scèro al nostro signor regista ci farò una visita e gli spremerò fuori il cervello a forza di calci in culo.
Ma che posso dirvi, in tutta onestà di malvivente della penna, le tre palle gliele do a sto film. E lo faccio per gli attori (merda, dai, pure il ragazzino rapito era fico e ci stava dentro, e il doppiaggio si salvava pure) e perché poi la tensione alla fine mi ha gasato un sacco, cari amici, anche se poi si sapeva ndò cazzo stava andando a parare cassò, che tanto è una storia vera e quindi la conosciamo tutti, e sappiamo come va a finire, e non essendomi annoiato nonostante ciò gli dico a cassò che per stavolta lo lascio a piede libero e che i quattro euri non li ho spesi poi tanto male.

Annunci

12 risposte a “Alpha dog (Nick Cassavetes, 2003)

  1. Giorgio77 8 marzo 2007 alle 9:50

    Eh, già, temo proprio che con Justin Timberlake stia nascendo un bravo attore…ecco l’ho detto!:)
    Ciao!

  2. utente anonimo 8 marzo 2007 alle 11:47

    “con quelle didascalie a profusione sembrava un film per non udenti” anche io non sopporto le didascalie, non mi piace quando i registi mi prendono per stupida.
    Complimenti per il registro linguistico del post, mi ha fatto torcere le budella, cazzo!
    MissBlum

  3. sarathehutt 8 marzo 2007 alle 15:14

    Quoto totalmente MissBlum.
    Come sai, pero’, la Scèro nel finale a me e’ piaciuta. Si, si, si vedeva pure lo scotch, ma cazzo lei quanto è brava. Io avevo i brividi sulla pelle nel vederla piangere così, mi sono immaginata madre (cosa veramente fuori dalle mie corde) e ho sentito quel dolore dentro di me. W Scèro!

  4. sarathehutt 8 marzo 2007 alle 15:15

    Ah, che poi non l’ho detto, ma JT è davvero bravo

  5. NoodlesD 8 marzo 2007 alle 16:05

    grazie ragassuole. miss, è proprio quello infatti che mi infastidiva, anche perchè poi me l’immagino il regista che si sente pure figo che crede di fare del cinema inchiesta… -_-”

    @sara, non so perché ma a me quella scena proprio non va giù. forse sarà il doppiaggio?

  6. sarathehutt 8 marzo 2007 alle 16:08

    Anche kekkoz l’ha odiata.
    Però giuro a me sono venuti davvero i brividi: sarà empatia femminile?

  7. NoodlesD 8 marzo 2007 alle 19:00

    non vedo una spiegzione più sensata.

  8. utente anonimo 8 marzo 2007 alle 19:03

    film orribile. I 5 euro peggio spesi al cinema nell’ultimo anno.

    Bruno.

  9. Avag 8 marzo 2007 alle 19:17

    “scopano come i gansgster”: ma quando il fuggitivo truelove e la sua bella decidono di
    scopare, si sbiuttano a tutto ritmo e poi si devono infilare sotto le lenzuola perche’ arcine certe cose non ce le possono piu’ far vedere, beh mi sono girate: o ti fermi prima o vai fino in fondo, casso’! 😉

  10. utente anonimo 8 marzo 2007 alle 20:43

    non condivido una riga di questo post ma lo hai scritto così bene che non posso non amarti! 😉

    la reine

  11. NoodlesD 8 marzo 2007 alle 21:42

    @avag giuro che ho pensato la stessa cosa in quella sequenza! si vede allora che abbiamo ragione

    @grazie reine 😀

  12. CineSerialTeam 13 marzo 2009 alle 15:40

    Pensavo peggio. Non è male, anche se dovrò rivederlo con più attenzione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: