Noodles Journal

Solo il mio modo di vedere le cose

Lamentele

No, perché onestamente non mi pare giusto che io ho delle intuizioni geniali per la tesi e mi beo del mio acuto spirito critico nell’analisi del cinema di Leone e poi becco un testo nuovo che riporta pari pari le mie “innovativissime” idee. E dunque devo accantonarle. Mo le cose sono tre: a) la mia geniale intuizione era molto meno geniale e molto più facile e banalotta da individuare; b) conosco Leone meglio di quanto pensassi; c) l’autore di quel testo mi ha letto nella mente e anche se l’ha scritto prima che io iniziassi a elaborare la tesi in realtà avendo una macchina del tempo, oltre che una macchina leggi-pensiero, mi ha fregato sul tempo.
Che ovviamente, delle tre opzioni, la terza mi pare di gran lunga quella più plausibile.

E poi perché devo continuare a studiare questo testo di Flocchini su come si insegna il latino? sulla storia dell’insegnamento del latino? sull’importanza del latino oggi?
Che detto tra noi sto tizio va avanti da 120 pagine e ancora non s’è chiarito bene sulle motivazioni impellenti che dovrebbero garantire un congruo e pari guadagno dall’impegno smodato necessario all’alunno per imparare a conoscere e tradurre la lingua di Roma antica.
La frasi son sempre le stesse (è la base dell’italiano, allena la mente a confrontarsi con le strutture delle lingue – e allora perché non studiare l’inglese scusate che è più immediatamente utile? – la letteratura europea deriva da quella latina… ha dei forti debiti con essa…). Motivazioni che io non è che metta in discussione ma non mi pare mai di averne visto la dimostrazione pratica a scuola e/o all’Università. Qui ci si chiede di imparare sulla fiducia, si si vedrai che ti sarà utilissimissimo.
Vedremo, brutti carciofi.

Intanto, ciò che abbiamo definito l’altalena della distribuzione a Napoli pare essersi frenata. Lettere da Iwo Jima l’aveva solo l’Academy Astra che però ieri con mia sorpresa l’aveva sostituito con Fa la cosa giusta. Cioè vi viene in mente di fare il cinema d’essai (giustissimo), giusto quando io devo vedere Clint?
Per fortuna che oggi è tornato Clint. Solo che hanno levato lo spettacolo pomeridiano e dunque mi toccherà andare alle otto di sera e uscire alle dieci e mezzo e aggirarmi di notte per i vicoli sicurissimi del nostro centro storico. E dovrò attraversarlo tutto visto che il mezzo su rotaia che dovrebbe condurmi a casa chiude simpaticamente i battenti alle 21.45!
Mi sembrano tutte cose che vorrebbero frapporsi tra la mia passione cinefila e le lettere di Clintone.

Annunci

8 risposte a “Lamentele

  1. snaut 22 febbraio 2007 alle 22:28

    È inquietante leggere che gli studi sull’importanza del latino (per fortuna c’è chi si pone seriamente il problema!) non hanno portato a niente. “Allena la mente” secondo me ce la trasciniamo dalla riforma Gentile.

    Prevedo cmq un trasloco di Clint al Filangieri, per non dire America Hall che da poco ha messo Avati.
    Per me raggiungere l’Academy è uno sforzo troppo impegnativo.

  2. NoodlesD 22 febbraio 2007 alle 23:19

    mmh dubito che passerà ai lidi del Filangieri se finora non se l’è preso…

  3. snaut 23 febbraio 2007 alle 14:38

    Profezia fasulla. L’America Hall ha comprato Ozpetek.
    😐

  4. MissBlum 23 febbraio 2007 alle 17:42

    Evidentemente le tue idee erano talmente giuste da essere già state pensate da qualcun altro. Nelle ricerche scientifiche si parlerebbe di replicazione di una ricerca, ed è sempre una buona cosa. Così la ricerca precedente viene confermata ed è un pò più vera. Mi rendo conto che però con questo tipo di materie è tutto un altro discorso…come dire, qui si parla di plagio! Non vale però…

  5. Parlardi 23 febbraio 2007 alle 18:47

    beh, forse sei in contatto di shining con quest’altro

  6. NoodlesD 23 febbraio 2007 alle 18:52

    @miss, dunque devo esser anche contento di essere stato preceduto LOL
    più che altro è che magari un’ideuzza bellina non la puoi più spacciare per tua quando la ritrovi… altrove 😦

    @parlardi, quasi quasi lo vado a chiudere in un labirinto di neve a lui e al suo libro.

  7. rearwindow06 23 febbraio 2007 alle 20:38

    Come si insegna il latino??? Ecco qualcosa che mi pare davvero al passo con i tempi! 😉
    Infinitamente più interessante leggere qualcosa sul cinema di Leone, anche se prende a prestito delle tue idee! 😉
    A proposito di Sergio Leone, mi pare doveroso rimarcare il più che meritato Oscar alla carriera al nostro Ennio Morricone.

  8. NoodlesD 24 febbraio 2007 alle 0:58

    in ritardo, come al solito, ma ben venga, quell’oscar

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: