Noodles Journal

Solo il mio modo di vedere le cose

Diciamo pure che sono asistematico, per usare un termine grosso.
Volendo invece dirci le cose in faccia, sono uno che nun tene genio, come si dice qua. Ero partito bene con questo quarto libro dell’Eneide ma poi in questi ultimi tre giorni avrò fatto sì e no una cinquantina di versi senza ripetere tra l’altro. No forse sono di più, ma fatti con una tale incostanza e con continue interruzioni che non so quanto mi ricorderò quando andrò a ripetere.
Ad ogni modo voglio parlare d’altro, non di me ma di Didone. Ora, mi secca dirlo ma effettivamente questo IV libro si rivela sempre più interessante (anche perché il III a me aveva fatto quasi schifo, annoiato in modo mortale). Vorrei qui disquisire di questa storia qui, di questa telenovelas ante-cristica invero assai gustosa. Perché poi parliamoci chiaro: Didone è vero che verso la fine si incazza e gli manda le maledizioni a lui e a tutta la sua famiglia, gli dice vai vai Enè ma poi io mi ammazzo e mando la mia ombra a perseguitarti (allora l’American Airlines non c’era, bisognava prendere altri mezzi per muoversi con rapidità), ma ha pure la sua sacrosanta ragione! Insomma, t’ha preso, t’ha raccolto sulla spiaggia più morto che vivo, con gli stracci addosso e t’ha offerto un regno con gli annessi e connessi (che prevedevano una bella regina a te che stai un giro per mare senza una femmina da quando hai lasciato Troia!) e tu, dopo che te la sposi, vai a caccia con lei, fai il Romeo della situazione, ti rifugi nella grotta e chissà che combini al buio, insomma dopo che hai fatto il bello e il cattivo tempo peggio di Giunone che fai? Dici: Ah, cara, scusa, vorrei proprio rimanere ma saii i fati non me lo permettono. I fati! Che fai pure una figura di niente, da stronzo proprio: manco il coraggio di essere uomo responsabile delle tue azioni. Ah, no, dici, sai Didò vorrei proprio ma non posso, se no Giove mi fulmina…
Che poi detto fra noi, questo Enea è di una monotonia unica. Vabbè che sei eroe epico, che sei tutto d’un pezzo ma comunque hai qualche ombra che Virgilio ci tiene a fare le cose innovative, ma diamine a un lettore moderno gli sfracelli le palle (da studioso). Che poi è curioso, perché a me Virgilio pare in realtà un gran paraculo*. Sì perché alla fine è evidente che tiene più a Didone, che lavora di cesello di brutto per renderne la sua fosca tragicità (scusate il termine devo risollevare un attimo l’andazzo), che giusella di brutto Polifemo e lascia lì Enea giusto perché ci deve stare nell’armamentario epico. Ti dice proprio vabbè dai eccoti Enea, l’eroe imbelle, tiè qua stanno gli dei, la guerra, le mazzate ma mo fatemi divertire come dico io che devo creare a una regina dilaniata dalla passione e un Polifemo cieco e un’immagine della fama che vola a mezzo metro da terra. Così come gli dei che manco a dirlo si fanno le scarpe come e peggio degli umani. E le dee che si azzuffano come le femminette: Venere e Giunone litigano come due donnette e non si fidano l’una dell’altra, si ingannano, si dicono si si come sei bella tu e poi alle spalle ne dicono peste e corna. E Giunone che pare una terribilmente uterina, che cerca di raggirarsi il marito puttaniere come meglio crede… E Giove che dice ahò io a questa qualche cosa le devo pure accordare, se no mi scassa dalla mattina alla sera perché io zompo da un letto all’altro.
Certe volte mi dico: ma Giove avesse preso il mondo per un immenso bordello?

* questa elegante locuzione critica mi varrà sicuramente il novero tra la ristretta cerchia dei papabili per la comunità delle lettere antiche.

Annunci

9 risposte a “

  1. SumireNoHasu 28 settembre 2006 alle 22:07

    Inutile sottolineare che sei un socio ‘ccenio.
    Ma quando sei così ironico è ancora più piacevole leggerti. (oltretutto il narcisismo trova di che cibarsi, come dicemmo prima..)
    Fatti venire più spesso serate così, và.
    :*

  2. heartshapedbox86 28 settembre 2006 alle 23:54

    Divertentissimo questo post. :°D Te l’avevo detto che il IV libro era mooolto più interessante del terzo! Però, insomma, mi meraviglia che tu non abbia citato il personaggio di Anna! Dove la mettiamo? Alla fine Didone le dice chiaramente (naturalmente non è così che scrisse Virgilio): “guarda, io non ci sono riuscita a convincerlo, vai un pò tu a scambiare due paroline con enea.. tu lo conosci meglio di me..” E non sono io la maliziosa, Varrone conferma pure quello che abbiamo pensato tutti! Più vai avanti più scopri che in realtà l’Eneide è tutta una bella telenovela.

  3. NoodlesD 29 settembre 2006 alle 0:34

    @ socia so quelle belle serata di genio…

    @ ros, è anche vero in fondo che Virgilio il mito di Didone se l’è cantato come gli pareva e piaceva di più, mischiando fatti da altre zone, con voluti anacronismi… e tutto questo non fa che sottolinearne la paraculaggine di cui sopra secondo me.

  4. mafaldablue 29 settembre 2006 alle 15:52

    adgnosco veteris vestigia flammae…

  5. kossino 29 settembre 2006 alle 22:42

    passa a Lucrezio, dammi retta. Suave est

  6. NoodlesD 30 settembre 2006 alle 12:44

    eh maf ed è lì che s’è fregata la povera didonacchia…

    kossino, Lucrezio lo temo più di ogni altro! -_-“

  7. Avag 30 settembre 2006 alle 14:34

    ahahah! divertente davvero questo post… 🙂
    che virgilio era un paraculo vabbe’ e’ storia, se faceva restare Enea con Didone poi come nascevano li romani? Didone doveva restare cornuta e mazziata per fare ancora uno sberleffo alla delenda Cartago.. si’ la letteratura e’ tutta una grande telenovela!

    Noon lo vedevi “pollon”? adoravo quell’interpretazione della mitologia greca solo dopo ho capito lo spudorato doppiosenso di “sembra talco ma non e’ serve a darti l’allegria!” 😉

  8. NoodlesD 1 ottobre 2006 alle 14:36

    se conoscevo Pollon? una delle mie migliori amiche la chiamiamo così! ^^

  9. sickfrances 10 ottobre 2006 alle 12:36

    uahah Antò mi fai morì :°D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: