Noodles Journal

Solo il mio modo di vedere le cose

Sono giorni che scrivo dal portatile; il mio pc pare aver tirato le cuoia. Si sospetta la scheda madre. E potrebbero dunque essere serissimi cazzi. Fortuna che il marito di mia cugina se ne intende e può procurarmene una a prezzi non troppo esosi.
Intanto continua la mia personale trafila ipocondriaca. Credo di poter definirmi il camaleonte dell’ipocondria: non faccio a tempo a mollare una sensazione negativa che subito ne subentra un’altra, così che dopo mi ritrovo a doverne affrontare due e nello stesso momento.
Ieri ho parlato al telefono con A, pare sia molto contenta e serena del suo nuovo rapporto. Mi fa piacere, mi fa piacere sempre quando la vita da segni di romanticismo anche nella quotidianità. E al tempo stesso mi sentivo lontano da lei, come se non volessi entrare più in contatto con lei, perché lei va avanti e io resto sempre fermo, perché accanto alla Bellezza uno si sente anche più inutile e depresso. Per non parlare del fatto che ogni volta che poi il discorso e l’argomento si sposta sul sottoscritto vorrei scappare seduta stante: mi sento continuamente inadatto per quasi ogni settore. Ma questo l’abbiamo già detto altre volte, quindi lasciamo stare.
Vorrei solo liberarmi di queste paranoie e di queste sensazioni negative. Specie se devi andartene in giro per un po’, sarebbe bello sentirsi almeno in forma e tranquilli con se stessi. Ma la cosa mi sembra poco fattibile visto il soggetto. E dev’essere questo momento di parziale tensione “emotiva” se ieri riguardando Il colore viola mi sono sorpreso di sentirmi scorrere delle vere lacrime davanti ad alcune scene del film. E il fatto buffo è che nello stesso tempo in cui mi commuovevo, mi rendevo comunque conto che quelle scene lì eccedevano un tantino (non troppo eh, parliamo sempre di Spielberg, signor regista) nel sentimentalismo.

Annunci

5 risposte a “

  1. deliriocinefilo 3 settembre 2006 alle 23:05

    Il colore viola secondo me è uno dei peggior film di Spielberg, regista che tra l’altro non amo particolarmente…

  2. latendarossa 5 settembre 2006 alle 11:12

    Ci sono particolari momenti della vita in cui il sentimentalismo et le lacrime sono richiesti, un po’ come l’abito scuro ad un galà…
    A proposito del computer…chi era che qualche tempo fa diceva (cito testualmente) anch’io dovrei formattare e di brutto. capisco i lambiccamenti perchè ultimamente il pc m’ha dato parecchie grane…? 😉
    E’ un problema, specie se stai lavorando alla tesi. Spero che tu abbia salvato a suo tempo il materiale su cd o floppy o pennina veeeeero?

  3. faith86 5 settembre 2006 alle 14:44

    questo blog è paurosamente bello!!
    ti linko dal mio.

    onorato se farai lo stesso :-DD

  4. NoodlesD 7 settembre 2006 alle 19:51

    @marcé ho formattato ma a quanto pare il problema riguarda anche l’hardware… sono cazzi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: