Noodles Journal

Solo il mio modo di vedere le cose

Underworld (id., Len Wiseman)

Visivamente sembra una costola staccatasi da Matrix (con forse una maggiore accentuazione dell’aspetto goth), perennemente bagnato da una pioggia alla Blade runner e ispirato a una matrice da pulp story per raccontare gli ultimi assalti di una fantomatica guerra millenaria tra vampiri e licantropi. Dimenticate però paletti aglio e altro armamentario old style: qui le due fazioni si scaricano addosso quintali di sano piombo – argentato però, – che fa molto più moderno e soprattutto più Wachowski.
Il fatto è che Wiseman non ha la loro abilità né molto senso del ritmo cinematografico. Le scene d’azione e i combattimenti alla lunga stancano soprattutto perché affidati a una direzione un po’ sciatta e in maggior parte già vista. Anche gli effetti speciali che dovrebbero essere la base per un film action-horror lasciano un po’ a desiderare, in specie per quanto riguarda la metamorfosi dei licantropi: Landis aveva fatto meglio vent’anni e passa fa e senza CGA. E non solo, perché anche in sede di sceneggiatura, Underworld fa un po’ acqua, risolto spesso con repentini cambi di prospettiva e di “rivelazioni” finali che dovrebbero ribaltare la situazione ma giungono tuttavia al momento sbagliato e risultano anche un tantino prevedibili.
Tuttavia, a fronte dell’effetto di dejà vu continuo, dello stile gotico-cool che è forse troppo accentuato per essere credibile, della storia di intrighi e tradimenti interni alle fazioni che è tutto tranne che originale… a me questo film tutto sommato non dispiace. Né capisco bene perché, dopo aver elencato tanti difetti. Sarà forse la presenza della Beckinsale, attrice che mi piace non poco, non solo per questioni bassamente corporee, che qui in effetti dona soltanto col suo sguardo sofferto un fascino e un mistero particolari al personaggio di Selene, oltre a una bella botta di figaggine. E poi devo dire, in un tale guazzabuglio di scopiazzamenti vari, Underworld qualche ideuzza carina ce l’ha anche, come quella per esempio di identificare l’elitarismo decadente dei vampiri con l’accento british degli attori che li interpretano (delizioso quello della Beckinsale), relegando i “plebei e rozzi” licantropi alla sua “corrotta” versione americana.

La recensione fa riferimento alla versione uncut del dvd, ma non avendo visto quella originale non saprei stilare un confronto.

Annunci

5 risposte a “Underworld (id., Len Wiseman)

  1. deliriocinefilo 2 settembre 2006 alle 0:00

    Non mi è piaciuto per niente… insonne anche tu eh?

  2. latendarossa 2 settembre 2006 alle 14:55

    In effetti il film di Landis era memorabile…mi ci hai fatto pensare, è da un sacco che non lo “passano” più in tivi… 🙂

  3. NoodlesD 3 settembre 2006 alle 9:28

    @ delirio, sempre insonne.

    @tenda come tanti altri bei film d’altronde. la tv non passa più nulla.

  4. deliriocinefilo 3 settembre 2006 alle 23:54

    in tv i film buoni passano ogni “tanto” a fuori orario poi lasciam perdere…
    io insonne per scelta.

  5. faith86 5 settembre 2006 alle 14:17

    sono d’accordo con te. film che dice davvero poco. simpatica solo l’estetica goth-matrix messa in scena.. ma niente di originale.

    vidi questo film al cinema, al secondo spettacolo, e mi addormentai clamorosamente. A fine primo tempo mi hanno svegliato e siamo usciti dal cinema. E dire che amo il cinema (e lo studio pure), quindi lo ho sempre rispettato (odio chi si addormenta davanti ad un film), ma quella volta lo spettacolo non valeva una cicca..

    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: