Noodles Journal

Solo il mio modo di vedere le cose

I sette samurai (Shichinin no samurai, Akira Kurosawa, 1954)

È vergognoso per uno che si professi cinefilo non aver visto (finora) il capolavoro di Kurosawa. E dopo aver fatto ammenda mi sarei preso a schiaffi per il ritardo, per non aver cercato prima quest’epica dolorosa, elegante e barbarica insieme, canto della fine di una casta severa e grande, colta nel momento del suo triste declino, cui però la vis morale dei personaggi regala un ultimo afflato di orgogliosa rivendicazione, l’ultimo gesto del titano che arriva in soccorso degli uomini facendo della sua azione nel contempo l’elegia e l’epitaffio della sua perduta (a livello sociale) grandezza.
190 minuti* e passa di invenzione, di forza creativa e immaginifica, di tensione tra momenti meditativi e duelli sotto la pioggia, di attese perfettamente bilanciate, preludi del balzo finale in scene d’azione montate con il ritmo e l’indiavolata violenza cui non sarà immune la deframmentazione al montaggio di un Peckinpah. Così la quadratura del cerchio è tracciata: Shichinin no samurai è il punto di incontro tra storia ed estetica giapponese e le influenze di John Ford, con dei picchi di realismo potentissimi.

* la recensione fa riferimento alla versione integrale (che poi è talmente bilanciata e perfetta, anche e non ultimo in sede di scrittura, che non oso pensare quanto possa essere banale quella da 119′ – che non ho ancora visionato).

Annunci

4 risposte a “I sette samurai (Shichinin no samurai, Akira Kurosawa, 1954)

  1. BaronDavis5 30 marzo 2007 alle 7:45

    Kurosawa è il mio regista preferito. I sette samurai è qualcosa di indescrivibile. Però se devo essere sincero (forse per te sto bestemmiando ) ho trovato superiore RAN ai sette samurai. Se l’hai visto dimmi pure cosa ne pensi. Ti consiglio se vuoi un film di Kurosawa non sui samurai Dodes’ka-den, veramente bello e malinconico. Tornando ai samurai, un film imperdibile è Kagemusha – L’ombra del guerriero vincitore della palma d’oro a Cannes

  2. NoodlesD 31 marzo 2007 alle 8:51

    purtroppo su Kurosawa son un po’ arretrato. Ho visto solo questo, il trono di sangue e parte di Ran… la mia cinefilia va alimentata su questo fronte :p

  3. BaronDavis5 31 marzo 2007 alle 10:20

    Già dimenticavo il trono di sangue, veramente bello. Comunque ripeto RAN è fantastico, all’inizio ti sembrerà molto lento perchè è fatto quasi esclusiavamente di dialoghi molti lenti, con primi piani, ma se la storia riesci a prenderti non ti stacchi più dal televisore come per I sette samurai

  4. BaronDavis5 31 marzo 2007 alle 10:24

    Io ho visto molti film di Kurosawa, tutto Kubrick escluso Paura e desiderio e i primi cortometraggi, ma di tutti gli altri registi ho visto veramente poco o forse solo i loro più importanti. Adesso però sto cercando di recuperare tutti film vecchi che hanno fatto la storia del cinema. Edo
    P.S: Se vuoi consigliarmi quache film che ti ha fatto impazzire dimmi pure, tutti i consigli sono ben accetti. Alla prossima.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: